René Magritte: la vita di un genio surrealista

Frasi di Renè Magritte

“Non credo che l’uomo decida nulla, né il futuro né il presente dell’umanità. Penso che noi siamo responsabili dell’universo, ma questo non significa che decidiamo qualcosa.”

“Il mondo è così totalmente e meravigliosamente privo di senso che riuscire a essere felici non è fortuna: è arte allo stato puro.”

“La mente ama l’ignoto. Ama le immagini il cui significato è sconosciuto, poiché il significato della mente stessa è sconosciuto”

Io cerco di trasformare in materia l’insensibile.

“Non dipingo: utilizzo oggetti che hanno l’apparenza di quadri, perché il caso ha fatto sì che questa forma espressiva convenisse meglio ai miei sensi.”

“Il linguaggio dell’autenticità dà alle parole significati che non hanno mai avuto prima.”

“Uno studioso al microscopio vede molto più di noi. Ma c’è un momento, un punto, in cui anch’egli deve fermarsi. Ebbene, è a quel punto che per me comincia la poesia.”

Nessuna persona sensata crede che la psicoanalisi potrebbe chiarire il mistero del mondo.

“I sogni non vogliono farvi dormire, al contrario, vogliono svegliare.”

“La realtà non è mai come la si vede: la verità è soprattutto immaginazione.”

Le persone che cercano il significato simbolico mancano di afferrare la poesia e il mistero inerente alle immagini.”

“La domanda “Chi siamo?” riceve una risposta deludente nel mondo in cui dobbiamo vivere. In effetti, siamo solo sudditi del cosiddetto mondo civile, dove intelligenza, bassezza, eroismo e stupidità convivono perfettamente bene e vengono spinti in primo piano a fasi alterne.”

Nella vita tutto è mistero.

“Ogni epoca ha una sua coscienza propria che le altre epoche non sanno assimilare.”

René Magritte: la vita di un genio surrealista ultima modifica: 2017-07-19T12:11:16+00:00 da Moira Trani
data-matched-content-rows-num="3" data-matched-content-columns-num="3"
Written By

Laureata in lingue, amante della cultura e delle culture, sono un'inguaribile curiosa ed una bookeater. I sogni nel cassetto li ho dovuti spostare nell'armadio, in attesa di infilarli in una valigia con la quale girare il mondo alla ricerca delle mie radici gitane. moiratrani@cheekymag.it

    Cosa ne pensi?