I Radiohead tornano con I Promise, il singolo che anticipa una riedizione speciale

“I promise” il singolo inedito dei Radiohead uscirà come anticipazione della riedizione del celebre album della band Ok Computer, che sarà pubblicata il 23 Giugno per celebrare il ventesimo anniversario della sua creazione. 

Copyright foto: Facebook @Radiohead

Il lancio di un nuovo singolo è il regalo che i Radiohead hanno in serbo per i loro numerosissimi fans. Una gradita sorpresa, considerato che si tratta della versione realizzata in studio di  I Promise , brano composto venti anni fa, ai tempi del celebre Ok Computer, ma mai registrato dal gruppo, pur essendo stato diverse volte inserito nella scaletta di alcuni concerti e spettacoli.  Secondo indiscrezioni trapelate su Reddit, il brano verrà pubblicato venerdì 2 Giugno 2017. Il singolo in realtà costituisce un anticipo della pubblicazione di una edizione deluxe celebrativa dell’album Ok Computer (in occasione della celebrazione del  ventesimo anniversario della sua pubblicazione), intitolata Oknotok che uscirà il prossimo 23 Giugno e conterrà 11 capolavori, di cui 3 inediti. 

Nella storia dei Radiohead, ogni disco rappresenta un’impresa. Per costruire e andare avanti, abbiamo ogni volta demolito tutto quello che avevamo fatto fino a quel momento. Il processo creativo è sempre stato penoso, tormentato, laborioso

Sono queste le parole che descrivono la band, dette da Thom Yorke, leader del gruppo musicale alternative rock inglese, nato nel 1985, tra compagni di scuola (Thom Yorke e Colin Greenwood  fondatori della band, frequentano la stessa scuola privata, che avrebbero poi frequentato gli altri membri del gruppo). Il loro primo singolo Creep esce nel 1992 ed è inizialmente un fiasco, ma riacquista  fama, dopo l’uscita del loro primo album Pablo Honey, che ha  un successo a livello mondiale. Ok Computer, pubblicato nel 1997, segna indelebilmente la loro carriera. I critici dell’epoca gli assegnano il titolo di icona degli anni Novanta, riconosciuto ancora oggi come tale.

 La band, influenzata dagli stili musicali dei primi anni 2000 (dalla musica classica contemporanea, al free jazz), compie un percorso di crescita che porta il suo successo ai massimi livelli. Sono i tempi della pubblicazione di  Hail of the Thief , il loro sesto album che, sembra raggruppare tutti gli anni di esperienza del gruppo. Passano così dalla pubblicazione del loro settimo album nel 2007  In Rainbowsdisponibile e scaricabile dal loro sito, sino ad arrivare al 2011 con la pubblicazione dell’ottavo album The King of Limbs. Nel 2016 tutte le  informazioni presenti sulle pagine ufficiali della band vengono  cancellate e il sito ufficiale si tinge di bianco. Tutto per annunciare il ritorno della band con il nono lavoro in studio, A Moon Shaped Pool.

Considerata la fama del gruppo, si può pensare che si sia in attesa di un altro grande successo, che I Promise non deluderà le aspettative e Oknotok sarà una gradevole riscoperta. Per tutti coloro che avessero voglia di vedere il gruppo in concerto, dal 6 giugno partirà il loro tour europeo e si esibirà in Italia il 14 Giugno all’Arena di Visarno e il 16 Giugno a Monza in occasione del Festival I-Days. Una nuova impresa per Thom Yorke e la sua band che ricompenserà la trepidante attesa dei loro affezionati fans.

I Radiohead tornano con I Promise, il singolo che anticipa una riedizione speciale ultima modifica: 2017-05-29T13:05:21+00:00 da Anna Lattanzi
Written By

Da sempre appassionata di cucina e pasticceria, di libri e letteratura, collezionista di bambole che spesso riprendono le loro forme tra le mie mani. Non amo l'idea di vivere una vita sola ed è per questo che leggere mi rende felice, perché mi concede la possiblità di vivere più volte. Sono sempre più convinta che una buona lettura unita alla scrittura abbatta i confini dell'ignoranza. Amo viaggiare, scoprire posti nuovi, assaporando la libertà che solo la motocicletta sa dare. Sono in continua lotta con il tempo, perché non mi sembra mai abbastanza per imparare e assorbire tutto ciò che è "cultura". annalattanzi@cheekymag.it

    Cosa ne pensi?