Io leggo perché: mille motivi per diffondere l’amore per la lettura

Io leggo perché: il 5 maggio, giorno simbolico per la storia della letteratura italiana, immortalato poeticamente da Alessandro Manzoni, ha preso ufficialmente il via la seconda edizione di #ioleggoperché per il 2016.

io leggo perche
Copyright foto: Giuliana Stile per Cheeky
L’iniziativa

#ioleggoperché si ripropone di aiutare la diffusione della cultura nelle scuole e più in generale nel paese, in risposta ai dati preoccupanti sulla cultura rilevati negli ultimi anni, specie in confronto al resto dei paesi europei. Una nazione come la nostra, in possesso di uno fra i maggiori patrimoni culturali nel mondo, risulta agli ultimi posti in fatto di la cultura: appena 4,7 libri per studente nelle biblioteche scolastiche, con 0,1 libri nuovi acquistati all’anno, uno spazio medio a disposizione di 15 sedie, una spesa media per studente di 1,56€; e anche per quanto riguarda l’ambito extrascolastico emblematico il dato secondo cui il 39% della classe dirigente non ha letto neanche un libro nell’ultimo anno.

La prima edizione

In risposta a questi numeri allarmanti è nata l’iniziativa, promossa in una sinergia di intenti fra AIE (Associazione Italia Editori), AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la prima edizione svoltasi nell’Aprile 2015 che ha registrato risultati incoraggianti. Si offriva infatti in un periodo di nove giorni la possibilità a chiunque volesse, di recarsi in libreria ed acquistare un libro da donare alle scuole e di farsi Messaggeri della cultura: sono state raccolte 240.000 copie stampate, con 896 librerie coinvolte in tutta Italia, 110 biblioteche provinciali raggiunte dalla collana e che hanno organizzato 240 eventi in tutta Italia. A metterci del suo anche Samuele Bersani e Pacifico, con la canzone madre dell’iniziativa Le storie che non conosci, vincitrice del premio Tenco 2015.

L’edizione 2016

Giovedì presso il Tempio di Adriano a Roma si è svolta la conferenza di presentazione per il 2016, presentata da Federico Motta, presidente dell’AIE, con la partecipazione di Romano Montroni, presidente del Centro per il Libro e la Lettura, e Antonio Calabrò, coordinatore Gruppo Tematico Cultura Confindustria, con l’intervento conclusivo del Ministro Dario Franceschini. L’intento comune dichiarato è quello di riportare la cultura e la lettura nelle case e nella vita di tutti, cercando di raggiungere soprattutto chi ha smesso di leggere, ponendo la cultura come base fondamentale per una vita sociale, politica e scolastica adeguata e sicuramente migliore. Per questo motivo aumenteranno le librerie coinvolte, che supereranno le 1000, e anche l’AIE darà il suo contributo in maniera ancora più decisa, regalando a sua volta un libro per ogni titolo raccolto.

Un impegno comune

Gli attori principali, però, potranno essere tutte le persone che per amore della cultura e nella speranza che questa possa migliorare a contrastare l’ignoranza che logora il paese, decideranno di recarsi nelle librerie per regalare un titolo o più alle scuole, scegliendo personalmente quale acquistare. I giorni quest’anno saranno dal 22 al 30 Ottobre. Per tutte le info e le librerie coinvolte nell’iniziativa potete consultare il sito: www.ioleggoperche.it E allora, come recita il logo di questa edizione, facciamo decollare l’amore per la lettura alla velocità di un razzo.

Io leggo perche

More from Lorenzo De Santis

Prenderla con filosofia: come vivere la sconfitta spiegato dai libri

Libri motivazionali: cinque titoli che insegnano come affrontare il senso di sconfitta prendendola...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *