La storia vera del misterioso omicidio che ispirò Twin Peaks

Twin Peaks mania: mentre i fans attendono con ansia la terza stagione della serie, Sky manda in onda per sbaglio le prime due puntate. Ecco la storia del vero (e strano) omicidio che ha ispirato la serie.

Copyright foto: Flickr

Il 21 maggio 2017 un’inaspettata e gradita sorpresa per i fans italiani di Twin Peaks , che hanno visto trasmettere da Sky i due nuovi episodi della famosa quanto attesa terza stagione della serie cult  con notevole anticipo rispetto alla messa in onda ufficiale programmata per le 3 della notte dopo, in contemporanea con gli Stati Uniti. In realtà si è trattato di uno spiacevole errore da parte di Sky Italia, che solo in tarda mattinata, accorgendosi dello sbaglio, ha rimosso gli episodi dalle piattaforme di On Demand e Now Tv. L’emittente, non nuova a questi errori, sta indagando per scoprire l’origine della grave svista.

La serie cult di David Lynch sulla misteriosa scomparsa di una studentessa, Laura Palmer, ritrovata poi morta, è ambientata in una cittadina dove tutti possono essere sospettati o colpevoli. In realtà Twin Peaks è basata su una storia vera, la storia di un omicidio mai risolto. Il 7 luglio del 1908 il corpo di una giovane ragazza di venti anni, Hazel Irene Drew, venne ritrovato senza vita nel laghetto della cittadina di Sand Lake, dove viveva. Un colpo alla testa sferrato da un’arma mai identificata, le aveva tolto la vita.

Ancora oggi non si sa chi l’abbia assassinata, nonostante le minuziose indagini della polizia locale, che pero’ pur non scoprendo mai l’assassino portarono alla luce retroscena e lati oscuri insospettabili della vita della ragazzina, tra cui numerosi amanti più grandi di lei. Negli anni che seguirono la storia di questa ragazza entrò a far parte dei racconti locali, di quelli che si raccontavano ai bimbi, e si narrava  che il triste fantasma della povera ragazza abitasse il lago. Tra questi ragazzini, c’era anche Mike Frost il creatore di Twin Peaks, che trascorreva le vacanze nella zona e  ha ascoltato questa storia tante e tante volte dalla voce della nonna materna.

Twin Peaks nuova stagione
Copyright foto: Showtime

Laura Palmer e Hazel Drew, infatti, hanno tanto in comune: Laura 17enne reginetta del liceo e Hazel ventenne, domestica già da diversi anni,  erano bellezze appartenenti a due realtà diverse, ma molto simili in realtà, i cui omicidi hanno portato alla luce segreti che altrimenti mai sarebbero stati rivelati. Ci sono molte somiglianze non solo, tra gli elementi sovrannaturali narrati nella storia di Laura e quelli indicati nel racconto folkloristico legato ad Hazal, ma anche la lista dei potenziali assassini.

Ad esempio, nel caso della Drew, tra i sospettati c’è il ragazzo di campagna un po’ strano, il venditore ambulante di carbone,  il dentista che nonostante fosse sposato pare avesse un debole per lei, uno zio suicida, e un figlio non del tutto normale di una vedova Sand Lake, che pare torturasse gli animali. Non è difficile leggere in questo elenco le somiglianze con i personaggi classici di Twin Peaks. In ogni caso, David Lync tornerà ancora sulla Croisette di Cannes 2017. A tutti gli appassionati non rimane altro che gustare la nuova serie, che partirà il 26 Maggio su Sky a Atlantic alle 21.15 in lingua italiana.

La storia vera del misterioso omicidio che ispirò Twin Peaks ultima modifica: 2017-05-22T12:39:42+00:00 da Anna Lattanzi
2 Condivisioni
Written By

Da sempre appassionata di cucina e pasticceria, di libri e letteratura, collezionista di bambole che spesso riprendono le loro forme tra le mie mani. Non amo l'idea di vivere una vita sola ed è per questo che leggere mi rende felice, perché mi concede la possiblità di vivere più volte. Sono sempre più convinta che una buona lettura unita alla scrittura abbatta i confini dell'ignoranza. Amo viaggiare, scoprire posti nuovi, assaporando la libertà che solo la motocicletta sa dare. Sono in continua lotta con il tempo, perché non mi sembra mai abbastanza per imparare e assorbire tutto ciò che è "cultura". annalattanzi@cheekymag.it

    Cosa ne pensi?