Il buongiorno si vede dalla notte prima.

ninaTanti impegni, poca voglia, zero energia. Ci sono giornate che ti buttano giù dal letto tuo malgrado, sono quelle in cui il tuo umore migliora col tempo, le stesse che maledici ma ti salvano e ti rimettono al mondo quando il mondo tu vorresti bruciarlo vivo solo perchè ti gira male. Sì, perchè quando “non vuoi ma devi” quel dovere ti costringere a rapportarti con una realtà che è meno brutta di quella che il tuo umore lunatico ti vuol far credere. Così, tra un impegno e l’altro, tra uno sfogo e una risata, tra un incontro e una birra arriva la sera e tu ti senti bene, o almeno molto meglio di 14 ore prima. Forse è colpa del mio orologio biologico, la notte per me è il nuovo giorno, vivo di un bipolarismo temporale che mi rende lunatica, scorbutica e silenziosa fino a pomeriggio inoltrato e solare, simpatica, frizzante ed attiva dalle 20 alla mattina del giorno successivo.

Vuoi un appuntamento? Chiedimelo alle 3, vuoi litigare? Programmami un impegno alle 10 e sarò tua nemica per sempre. Svampitezza. Forse sarò un raro caso di svampita mora, eccezione alla regola del “simpaticissimo” clichè di “bionda uguale scema”. La cosa mi diverte perchè lo faccio di proposito. Non sono svampita, semplicemente non mi interessa, o meglio il mio interesse al mondo si suddivide in  intervalli di tempo giornalieri ben definiti. E basta. Senza eccezioni per niente e nessuno. Ligabue cantava “non è tempo per noi”,  io ho scoperto che il tempo per noi è questo, la notte, quando il telefono non squilla, quando nessuno ha qualcosa di urgente da dirti, quando il dolce far niente è un diktat che non contempla sensi di colpa. E allora ti trovi qualcosa da fare e lo fai con gusto perchè non è un obbligo. Divori un film, commenti la puntata di Project Runway Italia, butti giù righe di getto, prepari una tisana ai frutti di bosco e giustizi un pacco di biscotti, per poi scoprire che la tisana sa di medicina, ma invece di bestemmiare, ridi e stappi una Brew Dog. Che è meglio. Buonanotte.

notte 1

notte2

notte3

notte 4English Version

Many commitments , no desire , zero energy. There are days that bring you down from your bed hard ,  those in which your mood improves with time , but the same ones that you curse but save you when  you would like to burn the world just because you turn bad. Yes, because when ” you do not want, but i must do it “you discover that reality that is less ugly than what your mood moody wants you believe . So , between a commitment to another , between a vent and a laugh the night comes and you feel good, or at least much better than 14 hours earlier. Maybe it’s because of my biological clock , the night is the new day for me , I live in a bipolar storm that makes me moody, surly and silent till late afternoon and sunny, funny , bubbly and active from 20 in the morning the next day.
Do you want a date? Ask me at 3 , you want to fight ? Give me a commitment to 10 and I’ll be your enemy forever. Maybe I am a rare case of silly brune girl, an exception to the rule of cliché “blond= dumb” This is funny coz i do it to laughing. I’m not dizzy , just does not interest me , or rather my interest in the world is divided into well-defined time intervals daily .That’s it. No exceptions for anyone or anything. Ligabue sang ” this is no time for us,” I have found that this is the time for us , at night, when the phone does not ring, when no one has something urgent to tell you, when idleness is a diktat that does not include guilt. And then you find something to do and you do it with happiness because it is not an obligation. Tucking into a movie, the comments episode of Project Runway Italy , write, prepare an herbal tea with berries and a eat biscuits ,then you discover that the herbal tea is like medicine , but instead of swearing, laughing and drink a Brew Dog. Which is better . Good night.

Il buongiorno si vede dalla notte prima. ultima modifica: 2014-03-06T00:25:47+00:00 da Nina
data-matched-content-rows-num="3" data-matched-content-columns-num="3"
Written By

Nina Segatori, editrice e direttrice di Cheeky. Una ragazza normale in un mondo anormale. Uno spirito libero, indipendente, selvaggio, con la passione per i viaggi. Ambiziosa e curiosa, 100% dolcezza, 100% sfacciataggine. Controcorrente, anticonvenzionale, ama tutto quello che è diverso, originale. Dopo aver scritto per un po’ di televisione in un conosciuto blog del settore, ha deciso di dedicarsi alla sua più grande passione, se stessa. ninasegatori@cheekymag.it

    Cosa ne pensi?