Frasi di libri: le citazioni più belle

Frasi di libri, frasi famose, citazioni ed aforismi famosi di romanzi. C’è una frase che ti è rimasta nel cuore, ma non ricordi da quale libro sia tratta? Cerchi una citazione da dedicare al tuo amore o per accompagnare un biglietto? Ecco le più belle frasi tratte dai librie i testi a cui appartengono.

Frasi libri

Ci sono tanti aforismi, citazioni e pensieri che vengono attribuiti a nomi illustri e famosi, ma quelle che leggendo un libro rimangono impresse nella memoria tanto da volerle sottolineare e riscrivere su un diario non hanno eguali. Questo perché durante la lettura di una storia ogni citazione si allaccia ad una trama in grado di lasciare il segno più di qualunque altra frase estemporanea. Ecco quali sono frasi significative più belle tratte dai libri (a volte anche frasi tristi) e gli aforismi sulla vita più intensi della letteratura.

Frasi belle sulla vita

“Passiamo tutti tanto tempo senza dire cosa vogliamo perché sappiamo di non poterlo avere. E perché sembrano robe rozze, o ingrate, o sleali, o infantili, o stupide. O anche perché siamo talmente disperati da fingere che le cose siano come devono essere, e sembra una mossa falsa confessare a noi stessi che non lo sono. Su, forza sputa cosa vuoi.” (Nick Hornby – Non Buttiamoci giù) 


“Dicono che il bene è come l’acqua che nutre senza volerlo. Dicono nel pensare aderisci al semplice, nel conflitto sii onesto. Dicono non confrontare o competere, semplicemente sii te stesso. Dicono riempi la tua ciotola fino all’orlo e traboccherà, continua ad affilare il tuo coltello e si spunterà. Dicono insegui il denaro e il tuo cuore non si disserrerà mai. Curati di quanto dicono gli altri e sarai sempre loro prigioniero” (James Frey – L’ultimo testamento della Sacra Bibbia)


“Nella fatica possiamo ritrovare quel benessere che un corpo morto, intrappolato dietro una scrivania o incatenato a una macchina, ci ha tolto. Respirare forte nell’aria del mattino, mentre apriamo un solco nella terra umida di primavera, questo è un esercizio di salute! E nella rinuncia possiamo riassaporare quel piacere dell’avere quando si ha poco, del giorno di festa che non è tutti i giorni, della fame che ci accompagna a tavola e rende un piatto semplice degno di un re.” (Devis Bonanni – Pecoranera)


Frasi libri amore

Tra le più belle citazioni impossibile non citare quelle d’amore, tratte dai romanzi che hanno fatto sognare milioni di anime romantiche e sognatrici. alcune sono davvero degne di nota, perfette anche da dedicare al proprio partner. Tra i libri d’amore da leggere che contengono i pensieri più emozionanti ci sono sicuramente Orgoglio e pregiudizio, La donna giusta e altri titoli cult. Ecco le frasi d’amore più belle dei libri.

“L’amore nasce involontariamente. L’amore può aumentare.. diminuire.. fino a dissolversi del tutto. Ma non si può imporre. A volte ci piacerebbe amare una certa persona, possiamo addirittura dire che quella persona ha tutte le qualità perché ci innamoriamo di lei ma questo non accade. Con uno sforzo più o meno grande ci si abitua a chiunque ma abituarsi non è amare.” (Efraim Medina Reyes – C’era una volta l’amore ma ho dovuto ammazzarlo)


“Così si sentiva umiliata e afflitta e piena di rimorsi, pur non sapendo precisamente neanche lei per cosa. Cominciava a desiderare la stima di lui, ora che non ci poteva più sperare: avrebbe voluto avere sue notizie, ora che non c’era più probabilità di averne. Ebbe la certezza che con lui sarebbe stata felice, ora che non era più probabile che si incontrassero.” (Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen)


“Era un po’ come se avessimo avuto davanti a noi un piatto strapieno e avessimo mangiato tutto in un lampo, e non era avanzato niente. Forse è così che le coppie resistono: evitando di abbuffarsi. Sanno che quel che hanno davanti deve durare a lungo, e così lo centellinano. Anche se spero che la ragione non sia questa. Spero che, quando due persone stanno bene insieme, sia come se qualcuno continuasse a riempirgli il piatto.” (Nick Hornby – Tutto per una ragazza)

→→ Leggi altre frasi d’amore libri

Frasi libri famose

Alcune frasi bellissime sono quelle che oggettivamente rimangono indelebili nella mente una volta letti. Sono creazioni nate dalla testa dello scrittore, che riesce ad esprimere a parole quello che il lettore prova, lasciandogli quella sensazione intensa di essere finalmente capito e compreso. Non è da tutti riuscire a raccontare attraverso la penna emozioni e sentimenti, ecco le citazioni famose e le frasi sulla vita che più appassionano chi le legge.

“Per l’occidentale contemporaneo, anche quando gode di buona salute, il pensiero della morte costituisce una sorta di rumore di fondo che si insinua nel suo cervello man mano che progetti e desideri vanno sfumando. Con l’andar del tempo, la presenza di tale rumore si fa sempre più invadente; la si può paragonare a un brusio sordo, talvolta accompagnato da uno schianto. In altri tempi, il rumore di fondo era costituito dall’attesa del regno del Signore; oggi è costituito dall’attesa della morte. Così è.” (Michel Houellebecq – Le particelle elementari)


“C’è una frase fatta che dicono sempre nelle soap opera o nei bar, che mi capita di sentire per caso. Una persona guarda negli occhi l’altra e dice, con l’espressione tutta seria: “Le cose cambiano. La gente cambia”. Io penso che le cose cambino, è ovvio. Ma in base alla mia esperienza, penso spesso che le cose cambiano perché la gente non cambia.“ (Danny Wallace – La ragazza di Charlotte Street)


“Essere prevenuti è un atteggiamento che mi sento di consigliare a tutti, si risparmia un sacco di tempo. Io lo sono stato e lo sono tuttora, con risultati davvero soddisfacenti. […] Perché perdere tempo a cercare di comprendere una persona, quando ti dà immediatamente, chiara e splendente, la sensazione di essere un cretino? Con ogni probabilità lo è davvero. Di esseri umani da conoscere e di pietanze da mangiare ce n’è a bizzeffe, non è il caso di sprecare energie con tutto ciò che, al primo impatto, non ci ha fatto una buona impressione.” (Marco Presta – Un calcio in bocca fa miracoli)


“Da allora il vino è solo compagnia, per pareggiare la giornata con un bicchiere alzato al livello degli occhi. Per uno che beve di sera i sorsi sono baci a tutte le donne assenti, e gli occhi che si chiudono, un inchino”(Erri De Luca – Il contrario di uno) 


Frasi di libri

Ci sono, poi, dei libri che si rivelano una piacevole scoperta, che si trovano per caso proprio leggendo da qualche parte una parte di una pagina, l’incipit o l’estratto di un paragrafo. Nasce così un amore a prima vista, un colpo di fulmine tra il lettore ed il libro, che non si place fino a che non si arriva all’ultima pagina. Ecco le frasi di vita che fanno questo effetto.

“e io correvo, uscivo dal bosco, superando il battistrada senza sapere che stavo per farlo. Pif-paf, pif-paf, clip-clop, clip-clop, cric-crac, cric-crac, di nuovo attraverso un vasto campo, correndo ritmicamente e senza sforzo alla mia maniera da levriero, sapendo che avrei vinto la gara anche sapendo che era ben lontana dall’essere finita, che l’avrei vinta quando avessi voluto, potevo continuare per quindici o venti o trenta chilometri, se vi fossi stato costretto, e cadere morto sulla linea del traguardo, il che sarebbe stato, alla fine, come vivere la vita onesta che voleva impormi il direttore.” (La solitudine del maratoneta – Alan Sillitoe) 


“C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso… Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un’esistenza non convenzionale…”(Christopher McCandless – Into the wild)


“Questa vecchia sessualità è pur sempre qualcosa. Da quando la vita è vita, si è avuto ragione, bisogna ben dirlo, a darle tanta importanza. Come spiegare che ci si stanchi di tutto, salvo che di essa? Il più antico esercizio del vivente non poteva non segnarci, e si comprende come colui che non vi si dedica sia un essere a parte, un relitto o un santo.(Emil Cioran – Squartamento)

Frasi libri famosi

“Jon Bon Jovi, troppo facile. E se posso permettermi, è una frase del cazzo. Secondo me ogni uomo è un’isola e per di più questo è il momento giusto per esserlo. Questa è l’epoca delle isole. Cento anni fa era diverso, dovevi dipendere altre persone. Nessuno aveva la TV, o i CD, o i DVD, o i video, o la macchina per farsi il caffè espresso in casa. A dire la verità non avevano niente per divertirsi. Oggi invece puoi crearti da solo una piccola isola paradiso. Con gli accessori giusti e, cosa ben più importante, con l’atteggiamento giusto, puoi essere assolato, tropicale, una calamita per le giovani turiste svedesi. E a me piace pensare che io potrei proprio essere un’isola del genere, mi piace pensare di essere molto fico. Mi piace pensare di essere Ibiza!” (Nick Hornby – Un ragazzo) 


“Hai un nome a cui rispondi, il nome con cui ti chiamano gli uomini. Ma qual è il nome del tuo mistero, il nome a cui rispondono i tuoi ricordi, le tue paure, la tua ispirazione? Credi che ci sia una parola che può descrivere tutto questo? Non c’è: se ci fosse, sarebbe il nome del tuo buio.. Quanti libri nascosti nel silenzio di chi vive immobile, muto, cieco. Avresti mai detto che dietro una brutta copertina, in una testa così mal costruita ci fosse l’ordine e il disordine di una storia? Non ci accorgiamo mai che c’è una pagina nel libro che non riusciamo a capire, la più bianca, la più inutile, che è invece quella per cui tutto è stato scritto. Perché non riusciamo a vederla?” (Stefano Benni – Achille piè veloce) 


“Non c’è gradualità nell’accadere delle cose. Le cose, come quando capitano, capitano. E non è nemmeno che puoi accompagnarle, impedire che ruzzolino trascinandoti con loro. Non si possono far andare piano le cose che capitano. Non si possono controllare o gestire. Nemmeno capirle si può. Infatti la frase più ricorrente a questo proposito è: «Non so cosa mi sta succedendo». Mica certe frasi vengono per caso.”(Diego De Silva – Non avevo capito niente)

Frasi libri Baricco

“Ha 38 anni Bartleboom, lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà un giorno una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare le cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno ormai da anni, prende la penna in mano e le scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi se non a lei? Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle in grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle: “ti aspettavo!” Lei aprirà la scatola e lentamente quando vorrà leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu, si prenderà gli anni, i giorni, gli istanti, che quell’uomo prima ancora di conoscerla le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell’uomo: “tu sei matto!”… e per sempre lo amerà!”  (Alessandro Baricco – Oceano Mare)

→ Leggi le  più belle frasi di Oceano Mare


“Saper padroneggiare la lingua e saper raccontare sono due armi che possono rendere le cose maledettamente difficili a quelli che, da grande, cercheranno di tenerti buono.” (Alessandro Baricco – Una certa idea di mondo)


“Crepita, la vita, brucia istanti feroci e negli occhi di chi passa anche solo a venti metri da lì non è che un’immagine come un’altra, senza suono e senza storia” (Alessandro Baricco – Castelli di rabbia)


“Sarebbe tutto più semplice se non ti avessero inculcato questa storia del finire da qualche parte, se solo ti avessero insegnato, piuttosto, a essere felice rimanendo immobile. Tutte quelle storie sulla tua strada. Trovare la tua strada. Andare per la tua strada. Magari invece siamo fatti per vivere in una piazza, o in un giardino pubblico, fermi lì, a far passare la vita, magari siamo un crocicchio, il mondo ha bisogno che stiamo fermi, sarebbe un disastro se solo ce ne andassimo, a un certo punto, per la nostra strada, quale strada?, sono gli altri le strade, io sono una piazza, non porto in nessun posto, io sono un posto.” (Alessandro Baricco – City)

Frasi tratte da libri

“Immaginare per sentito dire, implicava avere una fantasia con dei limiti, dei grossi buchi neri in cui l’orrore passava solo con l’intensità che gli si voleva dare. Immaginare, in fondo, era una cosa comoda. Se si voleva vedere la verità, invece, bisognava prendersi il disturbo di cercarla, bisognava alzarsi, scomodarsi e accettare la certezza che non sarebbe più stato possibile tornare a sedersi come se niente fosse. La sedia non sarebbe più stata la stessa.” (Blake B. –  Il silenzio è dorato)


“Il mondo gira come questo fuso e la sola certezza è che il bene e il male si avvicenderanno sempre. Senza cambiamento non può crescere nulla di nuovo, e quando i vecchi disegni si ripetono questo accade in modo nuovo. Il volto della Signora cambia ma il suo potere persiste, il re che dona la sua vita per la terra rinasce per ripetere il suo sacrificio. A volte anch’io nutro dei timori, ma ho visto passare troppi inverni per non credere che dopo verrà sempre la primavera.” (Bradley – La signora di Avalon)


“Ma, poi, voi rimpiangete veramente il passato? Sentite veramente la mancanza della società nella quale vivevate prima dell’olocausto? Vi manca così tanto il potere opulento, ipocrita, inamovibile e iniquo che i nostri governanti esercitavano per regolare la nostra vita nella collettività? Soffrite per l’assenza di quelle regole che proteggevano solo i potenti e i corruttori? Vi manca sul serio la moralità dei preti pedofili, la saccenza degli intellettuali prezzolati, il finto buonismo degli opinionisti benpensanti, le gesta eroiche dei concorrenti del “grande fratello”? A me no!… Assolutamente no! Anzi, ritengo che questa invasione di zombi sia una dirompente opportunità per il genere umano. E’ come il diluvio universale. Ha spazzato via in un colpo tutta la merda che ci sommergeva. E noi, nelle nostre Arche di Noè, siamo gli eletti. Coloro che faranno nascere un nuovo mondo. L’invasione dei morti viventi è stata una RIVOLUZIONE assoluta e perfetta. Oggi paradossalmente viviamo, finalmente, in una società giusta. Non sono i corrotti o i corruttori che sopravvivono, e neanche i raccomandati o i leccaculo. Sopravvivono solo i più bravi. Questa è la vera meritocrazia! Cazzo!” (Nicola Furia – Diario di guerra contro gli zombie)


“Mi sono spesso trovata a fare errori del genere, a fraintendere completamente un carattere in qualcuno dei suoi aspetti, immaginando che delle persone fossero molto più allegre o serie o intelligenti o sciocche di quanto fossero realmente e non saprei dire come o perchè abbia avuto origine il malinteso. Talvolta ci si lascia guidare da ciò che dicono di se stesse e molto spesso da quello che gli altri dicono di loro, senza prendersi il tempo di riflettere e giudicare.” (Jane Austen – Ragione e Sentimento) Leggi di più


“Lui è un uomo eccezionale. I suoi occhi valgono quanto una stanza colma d’oro ma talvolta vede il mondo come lui vorrebbe che fosse, e non com’è .Non capisce quali conseguenze ha sugli altri questo suo idealismo. Pensa solo a se stesso e al suo lavoro, non a te. Quindi devi stare attenta.. attenta a rimanere te stessa. Le donne dei suoi quadri lui le tira dentro nel suo mondo. Tu ti ci potresti perdere”  (Tracy Chevalier . La ragazza con l’orecchino di perla)


“Molte specie di ricordi e monumenti vi sono, che riconducono a noi assenti e defunti. Ma nessuno è significativo quanto il ritratto. Intrattenersi con l’immagine di una persona amata è qualcosa di eccitante, come spesso è eccitante litigare con un amico.[…] Spesso ci si intrattiene, con un uomo presente, quasi fosse un ritratto. Non è necessario che egli ci parli, che ci guardi, che s’occupi di noi: noi lo vediamo, sentiamo il nostro rapporto con lui, anzi, le nostre relazioni possono perfino svilupparsi senza che egli vi porti contributo, senza che egli s’accorga di agire nei nostri confronti come un puro e semplice ritratto.” (Wolfgang Goethe . Le affinità elettive)


“Che la vita, qualsiasi vita, senza eccezioni, è legata al dolore; che le malattie sono inevitabili, che tutti invecchiamo e non possiamo sfuggire alla morte. Sono le leggi dell’esistenza umana, le aveva spiegato U May. Leggi che valgono per chiunque, in qualunque parte del mondo, indipendentemente dal mutare dei tempi. Non esiste nessuno che possa liberare un uomo dalla sua sofferenza o dal dolore di questa prospettiva – tranne lui stesso. E nonostante ciò, così le aveva sempre detto May, la vita è un dono da non disprezzare. Un dono pieno di enigmi, nel quale dolore e felicità sono inscindibilmente legati l’uno all’altra, e ogni tentativo di godere dell’uno senza soffrire dell’altro è destinato a fallire.” (Jan-Philipp Sendker  – L’arte di ascoltare i battiti del cuore)

Frasi libri Fabio Volo

“Le donne sono come i fiori: se cerchi di aprirli con la forza, i petali ti restano in mano e il fiore muore. Perché solamente con il calore si schiudono. E l’amore e la tenerezza insieme sono il sole per una donna. Avrei dovuto semplicemente amarla. Poi sarebbe stato tutto naturale. Perché una donna, quando si sente amata, si apre e dà tutto il suo mondo.” (È una vita che ti aspetto – Fabio Volo)


“Ci sono momenti in cui la vita regala attimi di bellezza inattesa. Smetti di fare una cosa e ti accorgi che attorno a te tutto è perfetto, il dono di un Dio meno distratto del solito. Tutto sembra sincero. La nascita di una nuova vita, l’alba di un cambiamento, qualcosa di profondo o semplicemente la conferma di un affetto tenuto nascosto, di un sentimento segreto, custodito in silenzio dentro di noi con pudore. O anche la fine di qualcosa, la fine di un momento, di un periodo difficile sempre più faticoso da sostenere. Quando terminano i respiri corti, lasciando spazio a uno lungo profondo che riempie e svuota il petto. In quei momenti non mi manca nulla”. (Le prime luci del mattino – Fabio Volo)


“Mi apro una bottiglia di vino anche se sono sola. Non devo discutere, sono indipendente. Difenderei questa condizione con tutte le mie forze, sempre. Eppure a volte anch’io avrei bisogno di un abbraccio. Di arrendermi e perdermi tra le braccia di un uomo. Un abbraccio che mi faccia sentire protetta anche se so proteggermi da sola. Sono in grado di fare le cose di cui ho bisogno, ma a volte vorrei far finta di non esserlo per il piacere di farle fare a qualcun altro per me. È una sensazione, ma non voglio stare con un uomo per questo. Non posso scendere a compromessi e non posso rinunciare a tutto quello che ho, alla mia libertà, per quell’abbraccio, che poi spesso con gli anni, non c’è nemmeno più.”(Il giorno in più – Fabio Volo)

Frasi belle

“Era un cimelio incredibile, la prova che Lily Potter era esistita, esistita davvero, che la sua mano calda un tempo si era mossa su quella pergamena, tracciando con l’inchiostro quelle lettere, quelle parole, parole su di lui, Harry, suo figlio.” J. K.Rowling


“Non esprimere alcun giudizio su ciò che è male e su ciò che è bene. Il male e il bene sono due facce della stessa moneta. Ogni volta che c’è una cosa cattiva, sull’altro lato c’è la cosa buona corrispondente e ogni volta che c’è una cosa buona, sull’altro lato c’è la cosa cattiva corrispondente.” Osho


“Ci sono momenti in cui vorremmo aiutare chi amiamo, tuttavia non possiamo fare nulla: le circostanze non ci permettono di avvicinarci, oppure la persona si dimostra refrattaria a qualsiasi gesto di solidarietà e di sostegno.”  Paulo Coelho


“Si dice che l’Amore non abbia età. Agli occhi altrui appaiono fuori luogo i crucci di chi ha pellegrinato su questa terra già per metà secolo. Gli anziani sono addirittura ridicoli. Invece, sostenuti dall’ardore giovanile, da quel fuoco dirompente che rende irresistibili le passioni, è romantico, è valoroso giurare sempiterno amore. Ma in tale giuramento, sentito e austero, non è forse contemplato anche il lento ed inevitabile disfacimento del corpo? A giurare sono l’impeto e il desiderio del giovane, ma il Tempo chiamerà il voto menzogna se la radice non è forte e intemerata. Esso non sarà un alloro, bensì un narciso, vanitoso d’estate e fragile d’inverno, incantevole al sole e agonizzante di notte. Il Destino ci ha rubato la giovinezza, ma l’Anima… quella non invecchia.” Antonio Scotto di Carlo


“E’ tutto parte di un ciclo. Inverno, primavera, estate, autunno. Il vero amore, quello profondo è così. Mette le radici, cresce e cambia forma. A volte sembra svanire, altre è in piena fioritura. Niente rimane uguale per sempre. Le cose cambiano, la vita va avanti. Ma se è vero amore, come quello che unisce una famiglia, allora è sempre lì, che cova sotto la superficie e aspetta solo di sbocciare di nuovo” H.Richell


“Io non pretendo di sapere cosa sia l’amore per tutti, ma posso dirvi che cosa è per me: l’amore è sapere tutto su qualcuno, e avere la voglia di essere ancora con lui più che con ogni altra persona. L’amore è la fiducia di dirgli tutto su voi stessi, compreso le cose che ci potrebbero far vergognare. L’amore è sentirsi a proprio agio e al sicuro con qualcuno, ma ancor di più è sentirti cedere le gambe quando quel qualcuno entra in una stanza e ti sorride.” A. Einstein


“Trova il tempo di riflettere, è la fonte della forza. Trova il tempo di giocare, è il segreto della giovinezza. Trova il tempo di leggere, è la base del sapere. Trova il tempo d’essere gentile, è la strada della felicità. Trova il tempo di sognare, è il sentiero che porta alle stelle. Trova il tempo di amare, è la vera gioia di vivere. Trova il tempo d’essere contento, è la musica dell’anima.”Antica ballata irlandese


“Si ama per un sorriso, per uno sguardo, per una spalla. Tanto basta. Allora, nelle lunghe ore di speranza o di tristezza, ci si fabbrica una persona, si compone un carattere. E quando, più tardi, si frequenta la persona amata, è impossibile ormai (per quanto crudele sia la realtà che ci vien messa innanzi) togliere quel carattere buono, quella natura di donna amorevole all’essere che ha quello sguardo o quella spalla, proprio come non possiamo, quando invecchia, togliere il suo primo volto a una persona che conosciamo fin dalla sua giovinezza.” Marcel Proust


“Il sorriso che trema sulle labbra di un bambino quando dorme sa qualcuno dov’è nato? Sì, si dice che un giovane pallido raggio di luna crescente abbia sfiorato il contorno di una nuvola autunnale in dissolvenza e là sia nato il sorriso nel sogno di un mattino lavato dalla rugiada.” Rabindranath Tagore


“Perché dovrei temere il cambiamento? Che cosa mai potrebbe prodursi senza di esso? Il mutamento è proprio ciò che più sta a cuore alla natura universale. Potremmo farci il bagno caldo senza che la legna si trasformi in fuoco? O nutrirci, senza che il cibo si metabolizzi? E quali altre operazioni utili potrebbero compiersi senza il cambiamento? Non vedi, dunque, quale analogia ci sia fra il tuo mutare e quello di tutte le altre cose, e come anch’esso sia necessario alla natura universale?”    Marco Aurelio


“Ciò che ancora è a riposo è facile da contenere, ciò che ancora non si manifesta è facile da prevenire, ciò che è fragile è facile da rompere, ciò che è piccolo è facile da disperdere. Affronta le cose sul nascere, metti ordine prima che si manifesti il disordine.” Lao Tse                      


 “Il vostro amico è il vostro bisogno saziato. E’ il vostro campo che seminate con amore e mietete con più riconoscenza. E’ la vostra mensa e la vostra dimora. Poiché, affamati, vi rifugiate in lui e lo cercate per la vostra pace. Se l’amico vi confida il suo pensiero, non nascondetegli il vostro, sia rifiuto o consenso. Quando lui tace, il vostro cuore non smette di ascoltare il suo cuore;  Poiché nell’amicizia ogni pensiero, desiderio, speranza nasce in silenzio e si divide con inesprimibile gioia. Se vi separate dall’amico, non provate dolore; poiché la sua assenza può schiarirvi ciò che più in lui amate, come allo scalatore la montagna è più chiara dal piano.” Kahlil Gibran


“Ogni numero di magia è composto da tre parti, o atti. La prima parte è chiaramente la promessa. L’illusionista vi mostra qualcosa di ordinario. Vi mostra questo oggetto, magari vi chiede di ispezionarlo, di controllare che sia davvero normale. Ma ovviamente è probabile che non lo sia. Il secondo atto è chiamato la svolta. L’illusionista prende quel qualcosa di ordinario e lo trasforma in qualcosa di straordinario. Voi state cercando il segreto, ma non lo troverete perchè in realtà non state davvero guardando. Voi volete essere ingannati. Ma ancora non applaudite, perchè far sparire qualcosa non è sufficiente. Bisogna anche farla riapparire. Ecco perché ogni numero di magia ha un terzo atto. La parte più ardua. La parte che chiamiamo il prestigio.”  The Prestige


“Tutti i poteri dell’universo sono già dentro di voi. Siete voi che vi siete coperti gli occhi con le vostre mani. Vi lamentate che è buio. Siate consapevoli che intorno a voi non ci sono tenebre. Togliete le mani dai vostri vostri occhi e apparirà la luce, che era lì da un’eternità.” Swami Vivekananda


“Chiunque voglia riuscire in un’impresa deve essere disposto a bruciare le navi o tagliare i ponti per impedirsi ogni possibilità di tornare sui suoi passi. Solo comportandosi così può essere certo di conservare lo stato mentale detto “ardente desiderio di riuscire”, che è un principio essenziale del successo.”   Napoleon Hill


“Devo imparare a voler bene allo stupido che è in me: quello che è troppo sensibile, che parla troppo, corre troppi rischi, qualche volta vince e troppo spesso perde, che non ha autocontrollo, che ama e odia, fa male e si fa male, promette e non mantiene le promesse, ride e piange. Solo lui mi protegge da quel tiranno autoritario e sempre troppo equilibrato che vive in me e che, se non fosse per il mio lato stupido, mi ruberebbe la vitalità, l’umiltà e la dignità.”   T. I. Rubin


“Esistere significa “poter scegliere”; anzi, essere possibilità. Ma ciò non costituisce la ricchezza, bensí la miseria dell’uomo. La sua libertà di scelta non rappresenta la sua grandezza, ma il suo permanente dramma. Infatti egli si trova sempre di fronte all’alternativa di una “possibilità che sí” e di una “possibilità che no” senza possedere alcun criterio di scelta. E brancola nel buio, in una posizione instabile, nella permanente indecisione, senza riuscire ad orientare la propria vita, intenzionalmente, in un senso o nell’altro.” Søren Kierkegaard


“Le persone dolci non sono ingenue. Né stupide. Né tantomeno indifese. Anzi, sono così forti da potersi permettere di non indossare alcuna maschera. Libere di essere vulnerabili, di provare emozioni, di correre il rischio di essere felici.”   Marilyn Monroe


“Chi disse: “Preferisco avere fortuna che talento” percepí l’essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo. A volte in una partita la palla colpisce il nastro e per un attimo può andare oltre o tornare indietro. Con un po’ di fortuna va oltre e allora si vince. Oppure no e allora si perde.”   Match Point


“La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri… E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri. Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili, di finire alla mercé di chi ci sta di fronte. Non ci esponiamo mai. Perché ci manca la forza di essere uomini, quella che ci fa accettare i nostri limiti, che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto. Io amo la semplicità che si accompagna con l’umiltà. Mi piacciono i barboni. Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.”   Alda Merini


“Che farci se avete trent’anni e, svoltando l’angolo della vostra strada vi sentire sopraffatte d’improvviso da un senso di felicità – una felicità assoluta – come se aveste inghiottito un frammento luminoso di questo tardo sole pomeridiano, che vi arda giù nel fondo, mitragliandovi di una piccola gragnuola di raggi in ogni particella, in ogni dito della mano e del piede?” Katherine Mansfield


“Non disperare della vita. Tu possiedi senza dubbio forze sufficienti per superare i tuoi ostacoli. Pensa alla volpe che si aggira per campi e boschi in una notte d’inverno per soddisfare la sua fame. Nonostante il freddo e i cani da caccia e le trappole, la sua razza sopravvive. Io non credo che nessuna di loro si sia mai suicidata.”  Henry David Thoreau


“In una singola eiaculazione maschile, ci sono circa 100 milioni di spermatozoi. Dal momento che ogni spermatozoo porta con sé un codice genetico leggermente diverso, qualsiasi essere umano vivente ha vinto la lotteria della vita alla quota di 100 milioni a uno. Eppure la gente spesso si lamenta di avere sfortuna.” Manfred Weidhorn


“Essendo specializzato in matematica, credevo che tutto fosse uguale alla somma delle sue parti, finché non ho cominciato a lavorare con le squadre. Poi, quando divenni allenatore, capii che il tutto non è mai la somma delle sue parti – è maggiore o minore, a seconda di come riescono a collaborare i suoi membri.” Chuck Noll


“Un bambino a cui non raccontano le favole tutte le sere non ci perde molto, perchè lui poi ha i fumetti, la televisione, le altre favole… Chi ci perde davvero semmai sono i genitori che non hanno questo momento di dialogo importante che passa attraverso la fiaba. Questo è un modo di parlare del mondo. E’ un modo di entrare nella realtà, anziché dalla porta, dal tetto, dal camino, dalla finestra. Cioè il linguaggio dei bambini è fatto d’immaginazione e di pensiero logico: è un insieme di tutto questo. I genitori che se lo perdono, si perdono tutto questo! I bambini trovano sempre il modo di usare la loro immaginazione”Gianni Rodari

Frasi di libri: le citazioni più belle ultima modifica: 2016-07-03T19:41:33+00:00 da Lorenzo De Santis
data-matched-content-rows-num="3" data-matched-content-columns-num="3"
Written By

Nato e cresciuto a Roma, laureato (con calma) in Arti e scienze dello spettacolo con una tesi in drammaturgia su Christopher Nolan e il tema del doppio. Barcamenandomi fra diversi lavori dall'età di 18 anni, riesco fra questi anche a fare l'Ufficio stampa presso un paio di teatri e per il Dipartimento di spettacolo de La sapienza, collaborando anche a qualche mostra fotografica. Al momento leggo (forse troppo) e provo a raccontare e condividere quello che trovo, mentre continuo a lavorare nella mia lista di lavoro dei sogni sotto la voce varie ed eventuali. lorenzodesantis@cheekymag.it

    Cosa ne pensi?