Titoli che valgono tutto il libro

Copertine libri, quando le apparenze non ingannano ed il titolo che ci spinge ad acquistare un libro non delude.

copertine libri

Cinque libri da scegliere per il titolo originale e che non deluderanno le vostre aspettative. Si usa spesso dire che non si valutano i libri dalla copertina, luogo comune spesso vero ma non sempre. Infatti a volte può capitare di lasciarsi colpire da un titolo accattivante e scegliere d’impulso quel libro, che magari diventerà poi uno dei vostri preferiti. Ecco a voi cinque opere che potrebbero avere lo stesso destino.

Romanzo d’amore

Efraim Medina Reyes – C’era una volta l’amore ma ho dovuto ammazzarlo

Questo scrittore colombiano vi sorprenderà per la durezza e la spigolosità della sua voce, che attraverso il protagonista Rep riesce a raccontare il lato più barbaro e aggressivo dell’America Latina, senza provare ad incantarvi con la magia e festosità tanto cara ad altri autori del Sud America. Il libro è egocentrico fin quasi all’estremo, conseguenza della latente disperazione in cui si agita la storia di Rep, lasciato dalla ragazza che amava, e che ora cerca di dare forma a qualcosa mentre insegue le orme dei miti rock della sua vita. Un’alternarsi di frasi che si imprimeranno nella vostra memoria compone il resto ed eleva questo romanzo ad inno all’erotismo, alla passione, alla liberazione e alla spudoratezza. Da non perdere.

Tu mi ricordi una poesia che non riesco a ricordare, una canzone che non è mai esistita e un posto in cui non devo essere mai stato.

Romanzo Contemporaneo

Andrea Scanzi – La vita è un ballo fuori tempo

Attraverso gli occhi di un eroe moderno Andrea Scanzi racconta la storia di Paese inventato, le cui dinamiche sono però facilmente riconoscibili a tutti, tirando fuori una satira sottile (ma non troppo) sicuramente ben riuscita. Il libro oltre che leggermente politico è, però, soprattutto una storia sulla resistenza, del protagonista Steve, che malgrado sembri perso in un limbo che accoglie tanti ultratrentenni come lui senza un lavoro definito, senza una donna e senza una casa propria, non molla e cerca di vivere con serenità quel che gli accade. Intorno a lui ruotano figure perfette per contornare e riempirne le vicende, dal nonno Sandro e il suo gruppo di amici che sembrano spassarsela più di lui e più rivoluzionari di tanti ventenni di oggi; al cane Clarabelle e al suo gruppo di amici ognuno con i propri problemi che fanno il paio con i suoi. E poi un’immancabile ex e una donna idealizzata di cui è silenziosamente innamorato. Se la vita balla fuori tempo, questo romanzo invece centra pienamente il ritmo giusto.

Sei anni di attesa. Sei anni di caffè sbagliati. Sei anni di piccoli Jedi. Nella sua vita non c’era una sola cosa al posto giusto. Una cosa che fosse una. E forse era troppo anche per lui.

Romanzo di formazione

Edoardo Nesi – Fughe da fermo

Con il fantasma di una ragazza che ignora il uso amore, rendendolo ossessivo, l’autore porta avanti le vicende di Federico e del suo gruppo di amici. Fra le strade delle periferie toscane questo gruppo di ventenni cerca risposte scadenti a domande sbagliate, riversando tutta la voglia di ribellione e unicità in una rabbia che si trasforma nel simulacro di qualcos’altro. Fra puttane, sbronze, droghe e risse in discoteca, si consumano gli improbabili piani di vendetta di questo gruppo di spiantati, che grazie a una continua e spietata autoironia riescono a divenire il veicolo giusto attraverso cui Nesi racconta la bassezza di una certa cultura della quotidianità.

Ci ho pensato molto a questa cosa e ho capito perché non facciamo niente di male. – perché? – perché siamo puri di cuore.

Il Saggio

Daniel Keyes – Una stanza piena di gente

Una storia vera che ha dell’incredibile. È il 1977 quando la polizia arresta Billy Milligan per stupro. Durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa emerge un fatto sconcertante: all’interno della psiche del protagonista convivono dieci differenti personalità che interagiscono fra loro, prendendo vita in modo alterno creando uno squilibrio che non può che stravolgere il ragazzo imputato. In seguito ad altre perizia conseguenti al ricovero, emergeranno altre quattordici personalità, per un totale di ventiquattro, rendendo la testa di Billy la stanza piena di gente che dà il titolo al libro. Immaginate un arabo, un ladro, uno slavo, un intellettuale, un bambino indifeso, una lesbica, un truffatore, un introverso, un violento e così via, tutti nella stessa persona. Una convivenza impossibile per una storia unica.

Solo chiudendo la porta sul mondo reale, noi potremo vivere in pace nel nostro.

L’Outsider

Tibor Fischer – La gang del pensiero

Alla faccia di chi dice che con la filosofia difficilmente si lavora, Eddie Coffin, protagonista di questo divertente e umoristico romanzo, diviene uno dei criminali più geniali e incredibili della storia, piegando le sue conoscenze dottrinali al servizio dell’arte della rapina. In seguito a un esilio forzato dalla natia Gran Bretagna, questo ricercatore dell’università di Cambridge, emigra in Francia, dove in seguito all’incontro con un altro personaggio improbabile, Hubert, con più protesi che anima, trova l’ispirazione per iniziare la sua carriera di rapinatore e seduttore, senza dimenticare il suo primo amore, la filosofia. Un romanzo assurdo ma continuamente irriverente, che leggerete fino all’ultima riga con un inconscio e continuo sorriso sulle labbra.

Avere una pistola è come essere dalla parte giusta in un dialogo socratico.

copertine libri

Titoli che valgono tutto il libro ultima modifica: 2016-05-17T18:01:40+00:00 da Lorenzo De Santis
data-matched-content-rows-num="3" data-matched-content-columns-num="3"
Written By

Nato e cresciuto a Roma, laureato (con calma) in Arti e scienze dello spettacolo con una tesi in drammaturgia su Christopher Nolan e il tema del doppio. Barcamenandomi fra diversi lavori dall'età di 18 anni, riesco fra questi anche a fare l'Ufficio stampa presso un paio di teatri e per il Dipartimento di spettacolo de La sapienza, collaborando anche a qualche mostra fotografica. Al momento leggo (forse troppo) e provo a raccontare e condividere quello che trovo, mentre continuo a lavorare nella mia lista di lavoro dei sogni sotto la voce varie ed eventuali. lorenzodesantis@cheekymag.it

    Cosa ne pensi?